Salta al contenuto principale

Big Data

Lepida coordina Enti e stakeholder interessati alla valorizzazione dei Big Data per le soluzioni in Analytics per la PA, interfacciandosi con i player di mercato in modo sinergico, sfruttando le capacità infrastrutturali regionali, la rete in Banda Ultra Larga e i tre DataCenter nativamente interconnessi con la Rete Lepida, in grado di offrire nella massima sicurezza soluzioni e servizi di nuova generazione, con potenti capacità di calcolo e storage all flash array.
È previsto l’avvio di una sperimentazione in ambito di analisi dei dati anonimi prodotti dagli access point WiFi collegati alla Rete Lepida, oltre che nei settori della sanità, dell’ambiente, dell’energia, della produzione, dei trasporti, della ricerca scientifica e della smart-city, con attenzione alle normative e alla privacy.

Il modello Big Data di Lepida

Nel rispetto della LR 7/2019 in materia di Big Data, Lepida ha messo a punto un modello che cambia il paradigma di fruizione ed elaborazione dei dati presenti all’interno del dominio di Lepida. Il modello prevede che non sia il dato ad andare dall'algoritmo, ma che sia l'algoritmo ad andare dal dato. Ciò significa che i dati vengono elaborati all’interno del dominio Lepida e, ad elaborazione conclusa, è possibile esportare al di fuori del dominio Lepida solo l’output dell’elaborazione, che contiene dati opportunamente processati e anonimizzati. 
Le elaborazioni dei dati avvengono quindi esclusivamente all'interno del dominio Lepida con algoritmi messi a disposizione dal soggetto proponente, che ne mantiene la proprietà, ma che restano disponibili anche al soggetto titolare dei dati, per ogni possibile finalità istituzionale. 
I dettagli del modello sono presenti a questo link.

Un decalogo Big Data condiviso

Questo è il titolo dell'evento svolto presso la Regione Emilia-Romagna il 22 maggio 2019.
La Regione Emilia-Romagna è una terra di dati, ha eccellenze nella gestione, elaborazione, trasporto di dati. Si è voluto realizzare un incontro che facesse emergere i 10 punti peculiari e necessari del nostro territorio sul tema Big Data.
Sessanta persone sono intervenute all'incontro, tra soci e fornitori di mercato, portando le loro esperienze, inesperienze, necessità, piani, speranze. Ciascuno ha avuto 3 minuti per esprimere il proprio pensiero. Il risultato è la versione 1.0 del Decalogo Big Data come espressione delle considerazioni condivise con tutti i partecipanti all'evento.

Decalogo 1.0 del 25 giugno 2019

Decalogo 2.0 del 18 novembre 2019

Big Data e i possibili futuri digitali

Tutte le presentazioni dell'evento "Big data e i possibili futuri digitali", svoltosi il 25 ottobre 2019 nell'ambito del After Festival, sono raggiungibili al seguente link .