Salta al contenuto principale

SPID LepidaID: accordo con Federconsumatori ER

Immagine - Un'utente al computer accede a Spid

Sono già oltre 1.100 gli sportelli SPID LepidaID (https:// sportelli.lepida.it/) sul territorio regionale e nazionale, che garantiscono una capillare diffusione della presenza degli sportelli fisici abilitati al rilascio delle identità digitali LepidaID e che hanno contribuito al rilascio delle oltre 590mila identità. Si tratta di numeri importanti che collocano Lepida tra i primi fornitori di identità digitali SPID, con un numero sempre crescente di nuove richieste da parte dei cittadini, dove il riconoscimento a vista presso sportelli fisici rappresenta oltre l’80% delle nuove richieste di identità SPID LepidaID.

Anche alla luce di questi numeri, Lepida prosegue nella definizione e perfezionamento di importanti collaborazioni e accordi con Enti pubblici della Regione Emilia-Romagna e di altre Regioni e Province Autonome, ma anche con soggetti privati in grado di garantire adeguate garanzie e livelli di servizio. Proprio in questa ottica, Lepida ha stipulato nel mese di febbraio 2021 un accordo con Federconsumatori EmiliaRomagna e le Associazioni territoriali aderenti sul territorio regionale per il rilascio, sempre gratuito, delle identità SPID LepidaID, presso i relativi sportelli presenti sul territorio. Sono state già avviate le attività gestionali e tecniche, compresa la formazione dei primi operatori, per l’attivazione dei primi sportelli nelle sedi di capoluoghi di provincia, quindi per proseguire con ulteriori sedi.

La diffusione delle identità digitali SPID prosegue a ritmi importanti, raggiungendo già oltre 17 milioni di identità rilasciate, e si prevedono ulteriori crescite con le iniziative regionali e nazionali in atto anche derivanti dagli obblighi normativi, in particolare il Decreto Semplificazione che prevede dal 1 marzo 2021 il divieto alle pubbliche amministrazioni di rinnovo o rilascio di nuove credenziali digitali diverse da SPID. Eventuali credenziali diverse da SPID potranno essere utilizzate dai cittadini solo fino al 30 settembre 2021 quando l’accesso ai servizi online della PA sarà possibile esclusivamente con SPID, CIE o CNS.

Data di pubblicazione