Salta al contenuto principale

Avvio del servizio ondate di calore dal 15 giugno

ondata di calore

Il 15 giugno a Bologna è stato avviato il Progetto Emergenza Caldo 2019 che mette a disposizione un servizio di telemonitoraggio gratuito per contrastare gli effetti nocivi delle ondate di calore sugli anziani segnalati da parte del Comune e dell’AUSL di Bologna: 5.371, di cui 2.607 over 75. L’iniziativa è promossa da Comune di Bologna, Azienda USL, ASP Città di Bologna e dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, con la realizzazione e gestione della rete e-Care da parte di Lepida. La linea verde telefonica 800 562110 per richiedere un aiuto al proprio domicilio o un supporto telefonico, si inserisce nel più complesso progetto di sostegno agli anziani fragili “Rete e-Care – A Casa non si è più Soli”, attivo tutto l’anno.

Lepida ha il compito (oltre alla gestione diretta del Contact Center) di coordinare la rete costruita e consolidata nel corso degli anni, grazie alla collaborazione dei Servizi Sociali dei quartieri, dell’AUSL di Bologna, dell’ARPA dell’Emilia Romagna, la Protezione Civile del Comune, del Consorzio Aldebaran, dell’Asp di Bologna e del Terzo settore. In caso di ondate di calore persistenti è prevista l’attivazione del Piano MAIS (Monitoraggio Anziani In Solitudine), piano mirato a una popolazione over 75 ad alto rischio di fragilità che offre l’attivazione di un operatore al domicilio entro le 24 ore dalla segnalazione oppure l’attivazione di un infermiere dell’AUSL di Bologna che contatta immediatamente l’anziano per valutare la situazione e attivare nel caso la rete dei servizi sanitari.

Il Contact Center Lepida ha già attivato 2 consegne di farmaci e una di referti a domicilio, ricevuto 3 richieste di nuova adesione al progetto, 8 richieste di accompagnamento presso i luoghi di cura, una richiesta di aiuto per l’igiene personale e gestito due allerte sanitarie attivando gli infermieri dei Punti di Coordinamento di Assistenza Primaria, che immediatamente hanno contattato le due persone anziane per la valutazione del bisogno sanitario. Ha inoltre aiutato a gestire 8 prenotazioni sanitarie, velocizzandone il percorso, ha organizzato l’accompagnamento di un gruppo di 6 anziani a un’attività di socializzazione organizzata da un Progetto vincitore del Concorso d’idee 2019. Il Contact Center ha infine effettuato 1.293 chiamate di monitoraggio verso gli anziani in carico alla rete e-Care, attivato 41 monitoraggi telefonici più intensivi verso anziani in situazioni di difficoltà e ricevuto 216 telefonate per richiedere informazioni, servizi e compagnia. La stagione estiva è appena cominciata, ma i numeri del servizio già promettono un’estate “bollente”!

Data di pubblicazione
05-07-2019