Salta al contenuto principale

Aree industriali ed energia elettrica

scavi

Ogni armadio presente in un’area produttiva viene tipicamente posizionato per massimizzare il numero delle utenze collegate e minimizzare i costi di  collegamento mediante l'utilizzo delle infrastrutture esistenti. La necessità di alimentazione elettrica con un massimo di 100W/ora per armadio risiede nella possibilità di ospitare all’interno dell’armadio eventuali apparati e deve essere fornita dal Comune per gli apparati messi a disposizione da Lepida a favore degli Operatori di TLC che intendano acquisire banda o trasporto da tale armadio. Per ottimizzare le realizzazioni delle dorsali di collegamento delle aree produttive nell’ambito del Piano Banda Ultra Larga e per raggiungere gli obiettivi previsti dall’Accordo di Programma per l’infrastrutturazione di Aree Industriali, sottoscritto da Lepida, dalle Aziende interessate e dal Comune ai sensi della LR 14/2014, è fondamentale il contributo fornito dal Comune per mettere in campo le azioni propedeutiche al servizio di connettività alle Aziende. Il Comune si impegna, non solo a fornire tutti i permessi necessari, mettere a disposizione tubazioni di proprietà pubblica, ma anche a consentire l’accensione dei servizi attivi nell’area industriale, garantendo l’energia elettrica necessaria agli eventuali apparati di commutazione presenti negli armadi di distribuzione. Qualora ciò non fosse possibile, il Comune si fa parte attiva affinché siano le Aziende che si allacceranno a tali armadi a mettere a disposizione l’energia elettrica in occasione dei lavori di interconnessione all’armadio. Altrettanto importante è la gestione del sistema in caso di mancanza di alimentazione elettrica; il Comune si impegna a fornire tutte le informazioni utili e in suo possesso necessarie alla corretta gestione dell’armadio e del suo ripristino indicando un referente.

Data di pubblicazione
03-13-2019